IL PROGETTO BETACADEMY FA TAPPA IN LOMBARDIA

L’interessante viaggio studio dei giovani corsisti ha puntato i riflettori sul mondo dei fertilizzanti e sulle più moderne tecnologie per l’allevamento zootecnico e la trasformazione del latte

Due realtà imprenditoriali assolutamente illuminate ed illuminanti sviluppatesi negli anni all’insegna della passione e dell’innovazione: sono le aziende visitate nel viaggio studio effettuato in Lombardia dai corsisti del Progetto BetAcademy, l’iniziativa promossa da COPROB-Italia Zuccheri per aumentare le conoscenze tecniche ed economiche ed il livello di imprenditorialità dei giovani agricoltori.

 

Foto di gruppo presso TIMAC Agro

Prima tappa Ripalta Arpina, in provincia di Cremona, per la visita allo stabilimento di TIMAC AGRO Italia, azienda leader nella realizzazione di prodotti per la nutrizione. Una realtà nata nel 1959 dall’intuizione di David Roullier che industrializzò l’attività di raccolta delle alghe effettuata sulle rive del mare a Saint Malò per la fertilizzazione del terreno trasformandola in un grande business. Attraverso un incontro in aula e un tour tra i diversi reparti produttivi, i giovani di BetAcademy hanno potuto conoscere le caratteristiche peculiari dell’azienda, il suo modello innovativo e l’attenzione riservata, ad ogni livello, nei confronti della sostenibilità.

Visita allo stabilimento TIMAC Agro

 

Dalla provincia di Cremona a quella di Mantova, e per l’esattezza a Goito, per scoprire l’elevato livello di automazione della “Nuova Colombara”, una moderna azienda agricola zootecnica dove fin dal 2001 sono stati introdotti alcuni robot per la mungitura, l’alimentazione e la pulizia.

Visita all’Azienda Agricola Pezzini

Gestita da Stefano Pezzini insieme al fratello Alessandro, è diventata la prima impresa del comprensorio del Grana Padano ad adottare un sistema di mungitura robotizzato, che garantisce i massimi standard qualitativi e di benessere animale.

L’azienda rivolge grande attenzione anche verso l’ambiente: grazie ai moderni sistemi di produzione di energia rinnovabile, ogni giorno produce 2400 Kwh da biogas e 180 Kwh da impianto fotovoltaico.

 

 

 

Foto di gruppo presso Latteria San Pietro

Dal latte al formaggio, la visita dei giovani imprenditori agricoli si è conclusa presso la Latteria Agricola San Pietro, vocata alla produzione di Grana Padano DOP. Presieduta da Stefano Pezzini, questa cooperativa comprende 26 soci e conta una produzione di 400.000 quintali di latte da cui si ottengono 80.000 forme con uno dei valori più alti del comprensorio per quanto riguarda il latte liquidato ai soci.

Determinazione, passione e capacità di relazioni con il Consorzio, altre Cooperative e le Associazioni sono le chiavi del successo di questa straordinaria realtà dove i corsisti hanno potuto immergersi in un percorso di profumi, visitando il grande magazzino di stagionatura che contiene oltre 35.000 forme, e di sapori, grazie ad una degustazione verticale che ha messo a confronto diverse stagionature di Grana Padano.

 

 

 

 

 

Decisamente positivo il bilancio del viaggio studio per i giovani di BetAcademy, che hanno espresso apprezzamento per le esperienze vissute in questa giornata lombarda con grande arricchimento del loro bagaglio tecnico e culturale   e particolarmente utile per una formazione imprenditoriale a 360 gradi.

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

COPROB tutela la biodiversità

L’INNOVAZIONE NELLA BIETOLA: ALLA RADICE DEL BIO

BILANCIO POSITIVO PER GLI INCONTRI PRIMAVERILI DEI CLUB DELLA BIETOLA